Roma, cinghiali a Tomba di Nerone: “Completo disinteresse di Comune e Regione”.

I cinghiali a Tomba di Nerone

I cinghiali a Tomba di Nerone

“Una famiglia di sei cinghiali “abita” da oltre una settimana nel quartiere Tomba di Nerone, a Roma. I residenti se ne prendono cura dando loro da mangiare per strada. Il Comune e la Regione si disinteressano totalmente della situazione”. Lo denuncia Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista, presieduto dall’on. Michela Vittoria Brambilla. “La pratica del foraggiamento – prosegue – è vietata dall’art. 7 comma 2 del Collegato ambientale della Legge di Stabilità approvata il 28 dicembre 2015 e pubblicato sulla GU n° 13 del 18/1/2016. Tra l’altro abituare giovani ungulati a ricevere da mangiare ha degli impatti negativi per gli animali stessi. Raramente possono essere reinseriti nel loro ambiente naturale poiché incapaci di individuare nell’uomo una minaccia e soprattutto perché perdono l’istinto di cercare il cibo nei boschi. Questa è una delle cause dell’avvicinamento di quest’ultimi alle aree urbane e ai centri abitati”. Conclude la nota Sidoli: “Siamo allibiti dal totale disinteresse del Comune di Roma e della Regione Lazio su questa questione. Non basta il nastro della polizia di Roma Capitale per impedire l’ingresso dei cittadini. Servono controlli al Monumento ai Caduti sul Fronte Russo, lasciato nel più totale degrado. Chiediamo che questi mammiferi vengano trasferiti in fattorie didattiche. Non vogliamo spiacevoli incidenti che servano da pretesto per abbattere gli animali”.

Speak Your Mind

*